Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Striscione srotolato dal cavalcavia di Treviso per manifestare contro la politica

ANCHE GLI STUDENTI IN PIAZZA: SIT-IN DI PROTESTA IN STAZIONE

Al centro anche la situazione della scuola, definita "inidonea"


TREVISO - Studenti di Treviso in piazza a manifestare per unirsi alla protesta in atto in questi giorni in tutta Italia. Alunni di tutte le scuole superiori, coordinati da Fabio Paladin e Lorenzo Paludetto, rappresentanti dell'istituto Riccati-Luzzatti, hanno preso parte ad un sit-in di fronte alla stazione ferroviaria, per manifestare il proprio dissenso verso l'attuale situazione politica italiana, al grido di: “Basta governi che fanno i propri interessi, è ora di cambiare!”. I presenti lamentavano anche l'inidoneità del sistema scolastico a garantire quel minimo di base per l'istruzione di quelli che saranno gli Italiani del domani. Gli studenti hanno poi appeso uno striscione dal cavalcavia dimostrando che loro non si rassegnano passivamente allo scorrere degli eventi, facendosi trascinare dall'onda disfattista, ma attivamente protestano per la loro dignità e per quella del popolo italiano. Alla fine molti studenti hanno deciso di convergere al blocco di Treviso sud per dare il loro contributo alla protesta.


Galleria fotograficaGalleria fotografica