Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scritte con lo spray nero sui pannelli che delimitano il cantiere dell'ex Brek

RAID NOTTURNO IN PIENO CENTRO A TREVISO CONTRO NELSON MANDELA

Frasi a favore di Erich Priebke , contro Madiba e il collettivo Ztl


TREVISO – Biltz nella notte in pieno centro a Treviso. Armati di bombolette spray di colore nero, ignoti hanno preso di mira i pannelli di compensato che delimitano il cantiere di Palazzo Onigo in via Cadorna, la sede dell'ex Brek, con scritte contro Nelson Mandela, a favore di Erich Priebke e scagliandosi contro i ragazzi del Collettivo Ztl. Proprio oggi infatti il collettivo e altre associazioni, in occasione dei funerali di Madiba nel suo villaggio natale, hanno organizzato una corteo per ricordare e celebrare la scomparsa del leader sudafricano che in prima persona ha combattuto e fatto cadere l'apartheid. Le srcitte sono firmate con il simbolo di Forza Nuova, quindi inizialmente si pensava che gli autori fossero stati alcuni esponenti del movimento. Ma una nota ufficiale di Forza Nuova prende le distanze da quanto accaduto:

"Le scritte comparse contro Mandela a Ztl sono un ovvio e subdolo tentativo di diffamare il movimento. Non abbiamo mai giudicato la figura di Mandela, ne ci interessa cosa fa o non fa ZTL. Nessun nostro militante è coinvolto in azioni di questo tipo, la nostra attività è sempre alla luce del sole. L'ufficio legale sta valutando di procedere con una querela contro ignoti per garantire l'immagine del movimento".


Galleria fotograficaGalleria fotografica