Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Folta partecipazione alla cena degli auguri, condita da tante novitÓ

PASSAGGIO DI TESTIMONE A CA' DELLA NAVE

Luigino Conti nuovo manager del golf club di Martellago


MARTELLAGO -Tante novità in questo fine 2013 per il Golf Club Ca' della Nave, in un week end ricco di appuntamenti raccontatici da Paolo Pilla.

Il programma della giornata prevedeva una Louisiana a due, i cui vincitori sono stati per il 1° netto la coppia Davide Danesin e Sandro Trevisanato, per il 2° Ubaldo Vanzan e Mirco Mion, la 1^ coppia mista Carlotta e Maurizio Dolci, la 1^ squadra con NC Artemio Morosin e Maurizio Busetto, e per il 1° lordo Ludovico e Alessandro Bolzan, che anche in presenza della nebbia sono riusciti a concludere il percorso 4 sopra il campo. Questi, i vincitori, ma un plauso a tutti, per aver portato a termine la gara nonostante fosse scesa una fredda nebbia. Nell’occasione sono stati premiati i vincitori del Campionato Sociale 2013: Per il lordo Marco Righetto, per il netto di 1^ categoria Edoardo Guglielmo, per la 2^ Luigi Nutile, e per la 3^ Filippo Fasolo.

La cena, alle “Cantine” con 180 ospiti, aveva una piacevole nota culturale: la personale del pittore veneziano Francesco Caiselli, di lunga esperienza artistica, allievo di Antonio Magagnini della scuola parigina del Fauvismo. Interessante! Una bella cena, con tavoli elegantemente imbanditi, condita di tante importanti novità. La più grossa: Il passaggio del gagliardetto nelle mani del nuovo manager del Campo, Luigino Conti, che a breve sarà coadiuvato dall’esperienza di un altro eccellente personaggio, Andrea Aurighi.

Belle le parole di Eugenio De Vecchi, che nel ringraziare quanti hanno collaborato in questi tre anni in cui si son fatti passi da gigante, ha voluto rendere noti gli accordi presi con Conti sui prossimi progetti di intervento nella struttura del campo, e sul recupero di parte del fabbricato sovrastante le Cantine al fine di creare ricettività alberghiera per gli ospiti golfisti. Ha ricordato l’utile presenza del Burraco con cui la tenace Simonetta Niero ha aiutato a rivitalizzare l’ambiente con la sua simpatia, del Tennis con l’infaticabile argentino Josè Maria Arnedo. Ha ricordato anche l’avanzata costruzione del casello sul passante che permetterà di raggiungere velocemente la sede, i lavori per l’allungamento delle buche executive ed ottenerne l’omologazione, il numero di soci che ormai arriva a 300, terminando con l’auspicio che si arrivi a 25.000 green fee. La conclusione del suo pensiero si può riassumere con le parole: “Lascio una realtà importante nelle mani di Conti, perché ne divenga una eccellenza”. Questo, infatti, si aspetta la famiglia De Vecchi che in questi anni ha profuso energie e capitali, perché il Campo possa riappropriarsi del suo valore legato alle sue potenzialità: la sua felice dislocazione geografica, la vicinanza a Venezia, agli aeroporti di Venezia e Treviso, il disegno del grande Palmer, che lo pensò idoneo alla Ryder Cup.

L’emozione ha accompagnato le parole di Luigino Conti, operativo dal 15 dicembre come nuovo manager. Consapevole di esser venuto a gestire uno dei più bei campi d’Italia, ha esternato entusiasmo verso i programmi del rilancio alla grande del Club, ha promesso che il 2014, venticinquennale della nascita del Campo, vedrà ospiti illustri ed iniziative entusiasmanti. Il suo intento è di riempirlo durante la settimana con l’afflusso di giocatori dall’estero, che permetteranno al Circolo di aver risultati economici tali da poter riservare tutte le necessarie attenzioni al Campo. Beneficio sarà per i soci, ai quali riserverà in esclusiva il sabato e la domenica, perché gli faranno vivere giorno dopo giorno l’auspicata evoluzione. Soci che potranno dire con orgoglio di far parte di Cà della Nave. Non ci saranno giorni di chiusura, solo Natale e Capodanno. Chi è Luigino Conti? Avevo già avuto il piacere di conoscerlo. Era il direttore del Golf Chervo, e lo incontravo annualmente, nel partecipare al Memorial Paolo Dal Fior che si tiene in quello splendido contesto, dai membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti. Nato a Caprino veronese nel 1970, uno sguardo buono, ma che ti fa capire il suo spessore, condito da un sorriso che ti mette a tuo agio, diploma di Perito aziendale corrispondente in lingue estere, ricca esperienza in campo golfistico. Grandi e sinceri battimani hanno accompagnato entrambi gli interpreti del passaggio di consegne.

Il mio pensiero è che dopo le felici acquisizioni del maestro Davide Villa e del grennkeeper Abramo Invernizzi, l’affido del Campo a Luigino Conti con la sua ultraventennale esperienza nella gestione del Golf, il club sarà apprezzato da soci e frequentatori.


Galleria fotograficaGalleria fotografica