Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra per omicidio colposo Giovanni Zambon, 33enne di Volpago del Montello

TRAVOLTA E UCCISA SULLE STRISCE: L'INVESTITORE PATTEGGIA UN ANNO

Accordo possibile dopo il risarimento alla famiglia di Lucia Zucchello


MONTEBELLUNA – (gp) Ha patteggiato un anno di reclusione, ottenendo la sospensione condizionale della pena. Questo l'esito dell'udienza preliminare che vedeva imputato di omicidio colposo Giovanni Zambon, il 33enne di Volpago del Montello che il 20 marzo scorso aveva investito e ucciso Lucia Zucchello, la 46enne di Montebelluna titolare assieme al marito Pasquale Civale della pizzeria Dandy, mentre attraversava via Piave, a due passi dalla sua attività. Dopo che la compagnia assicurativa ha risarcito la famiglia della vittima, il dipendente del negozio “Bep's”, situato poco distante dal luogo dell'impatto, ha raggiunto un accordo con il pm Giovanni Valmassoi, titolare delle indagini. Il gup Gioacchino Termini, in base agli accertamenti effettuati sia dalla Procura che dalla difesa del ragazzo, ha concesso un'attenuante all'imputato: il furgone parcheggiato a bordo strada (che il giovane ha superato) oscurava la visuale. Innegabili però le colpe: il 33enne, seppur di poco, viaggiava sopra il limite di 50 km/h previsto in quel tratto di strada e la vittima stava attraversando sulle strisce pedonali. L'impatto fu comunque terribile: la donna stava attraversando la strada assieme al marito quando la Volkswagen Golf nera del 33enne la centrò in pieno scaraventandola a quasi venti metri di distanza.