Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, la straniera deve rispondere di tentata estorsione, documenti ritrovati

CHIEDE 400 EURO PER RESTITUIRE IL PORTAFOGLI: BADANTE DENUNCIATA

Romena 53enne ricatta una moldava 60enne, interviene la polizia


TREVISO - Una badante romena di 53 anni, residente a Villorba, è stata denunciata dalla squadra mobile della polizia per tentata estorsione. La donna, venuta in possesso del portafogli di proprietà di una moldava di 60 anni, operatrice socio sanitaria, ha chiesto una somma di 400 euro per restituirglielo. La 60enne aveva perso il portafogli al mercato, dimenticandolo sopra uno dei banchi, e poi era stata contattata dalla badante che le aveva proposto lo scambio: se non avesse accettato il portafogli ed i documenti sarebbero andati distrutti. L'operatrice socio sanitaria, dopo un'inutile trattativa per cercare di abbassare a 100 euro la richiesta, si è dunque rivolta alla polizia. Gli agenti della squadra mobile, perquisendo l'abitazione della badante, hanno rinvenuto il maltolto.