Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per le opposizioni delibera illecita: "Vogliano solo occupare poltrone"

"DISERTEREMO LE CONFERENZE DEI CAPIGRUPPO DEL CONSIGLIO COMUNALE"

Minoranze contro la giunta per il voto sull'asilo Appiani


TREVISO - Le minoranze non parteciperanno più alle conferenze dei capigruppo del Consiglio comunale. La decisione dell'”Aventino” è stata presa in seguito alla votazione da parte dell'assemblea di palazzo dei Trecento, la delibera sull'Ipab Appiani Turazza.

L'antefatto: l'ente, che gestisce l'omonimo asilo a S. Giuseppe, presenta la richiesta di modificare la composizione del proprio consiglio di amministrazione: aumentando la quota di rappresentanti dei genitori degli alunni dagli attuali due a quattro e, nel contempo, diminuire i membri eletti dal Comune da tre a uno.

La giunta, però, non acconsente e presenta una delibera per mantenere le odierne proporzioni. Per le opposizioni, un atto illegittimo, poiché la questione non è stata prima discussa in commissione, “per la prima volta da decenni viola statuto, regolamento e prassi del consiglio comunale”. Tanto che Giuseppe Basso, Sandro Zampese ed Andrea De Checchi, capigruppo di Lista Gentilini, Lega e Pdl, parlano di “morte della democrazia”.

Gli esponenti del centrodestra, che assicurano di parlare anche a nome di Lista Zanetti e M5S, accusano l'amministrazione di schizofrenia politica: lo scorso giugno il consiglio aveva votato l'incompatibilità di Antonio Dotto dalla carica di consigliere con quella di presidente dell'Ipab, ritenendolo un ente non di carattere pubblico. “E allora perchè ora vogliono mantenere il controllo politico sulla struttura?”, domandano i capigruppo di minoranza. La risposta, per loro, è chiara: "Vogliono solo occupare delle poltrone con i loro uomini".

Le minoranze rifiutano anche il carattere d'urgenza imposto al provvedimento dalla giunta, per saltare l'iter istruttorio. Così, a meno non intervenga un chiarimento, le minoranze non risponderanno più alle convocazioni delle riunioni dei capigruppo, almeno finchè non intervenga un chiarimento. Ma Basso e Zampese si dicono pronti anche a fare ricorso al Tar.