Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo per omicidio colposo il 48enne di Istrana Pietro Pizzolon

CENTAURO MUORE DOPO AVER URTATO UN FURGONE: ASSOLTO IL CONDUCENTE

LA vittima era Andrea Vecchiato, 35enne di Preganziol


ISTRANA – (gp) Pietro Pizzolon non è responsabile della morte di Andrea Vecchiato, il 35enne di Preganziol che trovò la morte in sella al suo scooter il 5 giugno del 2010 a Ospedaletto di Istrana. Il 48enne, finito a processo per rispondere di omicidio colposo, difeso dall'avvocato Emilio Marcon è stato assolto dal giudice Leonardo Bianco. Decisione presa in base ai risultati della perizia tecnica disposta dal pm Gabriella Cama, titolare del fascicolo, secondo cui le responsabilità dell'incidente ricadrebbero proprio sulla sfortunata vittima. In un primo tempo si pensava che il furgone guidato da Pizzolon si fosse spostato a sinistra lungo via Castellana a Ospedaletto, nei pressi della chiesetta di Madonna dell'Albera, finendo per urtare la moto di Vecchiato che stava effettuando un sorpasso. Il 35enne rientrava a casa (da circa un anno e mezzo viveva con la fidanzata a Cavasagra di Vedelago) dopo aver festeggiato le nozze di un amico. All'altezza del sagrato della chiesa il sorpasso al furgone, di fronte ai due mezzi nel senso opposto di marcia un'auto che stava svoltando a sinistra. Vecchiato, secondo i risultati degli accertamenti della Procura, sarebbe rientrato troppo presto dal sorpasso finendo per toccare la parte anteriore sinistra del furgone. Perdendo il controllo della sua moto, il giovane venne sbalzato sull'asfalto finendo poi la sua corsa contro un paletto in cemento sul lato sinistro della carreggiata. Nonostante il pronto intervento dei sanitari, risultò inutile ogni tentativo di salvare la vita al 35enne.