Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per i toscani scatenati Johnson e Gibson: 23 punti a testa

NATALE AMARO PER LA REYER: VENEZIA CADE 81-62 A PISTOIA

Umana mai davvero in partita: 38% dal campo e 49-28 nei rimbalzi


PISTOIA - Niente regali di Natale per la Reyer Venezia: a far festa al Palacarrara è solo la Giorgio Tesi Group Pistoia. Nella prima sfida nel massimo campionato tra le due compagini, i toscani rifilano un netto 80-61 all'Umana. Gli orogranata non sono mai davvero stati in partita: andati presto sotto, sono riusciti a risalire fino al meno 8, nel momento migliore, a metà del terzo quarto, precipando di nuovo in uno svantaggio in doppia cifra già alla fine del periodo. Colpa, soprattutto, di percentuali mediocri al tiro: 39,5% da 2, 36,4% da 3, 66.7% ai liberi, e della sudditanza sotto i tabelloni, dove la lotta si conclude con un 49 carambole (di cui 20 offensive) a 28 per i padroni di casa. A trascinare Pistoia è, in particolare, il suo trio di americani: JuJuan Johnson e Kyle Gibson chiudono con 23 punti a testa (il secondo tirando con il 72% da 2 e il 40% da 3), mentre Ed Daniel confeziona una doppia cifra: 16 punti e 20 rimbalzi.

Per Venezia l'occasione di rifarsi arriverà subito dopo Natale, nel turno di Santo Stefano, in casa contro Cantù.


La cronaca:

Inizio difficile per Venezia che va presto sotto 15-5 a 3' 27” con il break toscana propiziato da Johnson ed Ed Daniel, autori a fine quarto rispettivamente di 10 e 8 punti.

La tripla di Gibson apre il secondo periodo e lancia i toscani a più 13 (26 – 13). Poi con il primo canestro di Wanamaker, la squadra di coach Moretti incrementa il vantaggio a 16 lunghezze, a 6' 45” da giocare. Smith prova a riavvicinare gli orogranata con una bomba, ma Venezia subisce l'aggressiva difesa pistoiese ed è poco precisa la tiro (37% dal campo). Così ancor ala premiata ditta Johnson e Gibson porano i toscani sul 44-22, quando mancano poco più di 3 minuti all'intervallo lungo. La schiacciata bimane di Sm ith dà un sussulto di vitalità ai veneziani, ma la frazione sichiude sul 45-29 per i padroni di casa.

Nel terzo parziale, la Reyer scende sul parquet con ben altro piglio: trascinata dagli 11 punti di un devastante Taylor, l'Umana si rifà sotto 53-45 a 5' 30” da giocare. Pistoia, però, trova un nuovo protagonista in Deron Washington: l'ala, insieme Gibson, ristabilisce un margine in doppia cifra, segnando il più 15, nonostante il tecnico fischiato a coach Moretti, per proteste. Dopo 30 minuti le due squadre sono sul 64-52.

Nell'ultima frazione, la musica non cambia: Pistoia continua a viaggiare con un margine in doppia cifra. I liberi di Gibson siglano il 70-52, svantaggiosolo limato da Smith e Taylor, per il 70-56 a poco più di 4 minuti da giocare. Ma sono ancor i soliti Johnson e Gibson a riallungare 76 -56 a 3' 40'' sul cronometro. E c'è gloria pure per Wanamaker: due canestri consecutivi del play fissano il massimo vantaggio sull'80-56. Venezia ormai non ha più energie fisiche e mentali: finisce 81-62

 

Le altre gare:

Roma - Reggio Emilia 72-67, Caserta - Varese 86-60, Cremona - Pesaro 80-82, Brindisi - Montegranaro 76-80, Bologna - Avellino 74-78, Sassari - Siena 22/12 alle 20.30, Cantù - Milano 23/12 alle 20.30.

 

Le classifica:

Montepaschi Siena 18; Sassari, Brindisi 16; Cantù, Roma 14; Milano, Bologna 12; Reggio Emilia, Venezia, Avellino, Caserta 10; Pistoia, Montegranaro 10; Varese 6; Pesaro, Cremona 4.