Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di furto aggravato e continuato un 59enne, professore alle medie Coletti

PC E TABLET RUBATI A SCUOLA: NEI GUAI UN DOCENTE DI INFORMATICA

Incastrato da una telecamera piazzata dalla Polizia in magazzino


TREVISO – (gp) Per oltre un anno avrebbe razziato il magazzino di depsito del materiale tecnologico delle scuole medie Coletti nelle quali lavora. A finire nei guai un professore di informatica di 59 anni, residente a Treviso, che è denunciato per furto aggravato e continuato dagli uomini della questura di Treviso ai quali si era rivolto il dirigente scolastico, il dottor Gianni Maddalon, dopo una lunga serie di ammanchi iniziati nel novembre dello scorso anno. I poliziotti, per stanare il responsabile, hanno piazzato una telecamera nascosta all'interno del magazzino di deposito del materiale informatico cogliendo sul fatto il professore mentre prendeva 5 hard disk esterni dallo scaffale. Immagini sufficienti per chiedere e ottenere un decreto di perquisizione domiciliare: in casa, oltre al bottino dell'ultima razzia, gli inquirenti hanno trovato gran parte della refurtiva che la scuola aveva denunciato nel corso dei mesi. Si sospetta che ogni furto sia attribuibile all'uomo: si parla di un tablet, un pc portatile, due pc fissi (uno rubato dalla sala insegnati) due router, tre cellulari (uno della vicepreside, uno di un docente della commissione d'esame e uno di una studentessa) e di contanti.


Galleria fotograficaGalleria fotografica