Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

A metà gennaio pronto il bando per l'assegnazione: individuato l'immobile

"EX FILT INAGIBILE: ZTL LASCI SPONTANEAMENTE AL PIU' PRESTO"

Il sindaco Manildo è andato ad incontrare gli attivisti del collettivo


TREVISO - “Lascino spontaneamente, al più presto, l'ex sede della Filt”. E' l'auspicio – imperativo che il sindaco Giovanni Manildo rivolge agli attivisti di Ztl. L'amministrazione comunale rimane ferma sulla linea adottata anche nelle precedenti simili circostanze: massima disponibilità al dialogo, ma non è possibile tollerare gesti al di fuori della legalità. E stavolta il concetto è rafforzato da un'ulteriore considerazione: lo stabile sotto il cavalcavia della stazione, di proprietà comunale, dove fino ad alcuni anni fa erano ospitati gli uffici del sindacato dei trasporti, è inagibile. Tanto che, spiega Manildo, nella ricognizione sul patrimonio immobiliare del Comune, in un primo momento si era pensato di realizzare qui il dormitorio pubblico, ma poi l'ipotesi era stata abbandonata proprio per i problemi di staticità della struttura. Rimanere, in quei locali, insomma, potrebbe essere un rischio. Una situazione che il sindaco ha spiegato in prima persona agli attivisti del collettivo, andando ad incontrarli.

Gli esponenti di Ztl decideranno il da farsi in un'assemblea in programma alle 17. I portavoce del gruppo hanno comunque spiegato di aver ben chiara la differenza tra la nuova e la precedente amministrazione, apprezzando la volontà di confronto espressa dalla giunta Manildo, ma al tempo stesso ribadiscono le necessità di accelerare i tempi per l'assegnazione di uno spazio aperto alle associazioni cittadine. Entro metà gennaio, ha assicurato Manildo, l'avviso pubblico sarà pronto: l'immobile adatto è già stato individuato ed, essendo di proprietà di un altro ente, si stanno completando gli adempimenti per la permuta.


Galleria fotograficaGalleria fotografica