Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il consiglio ha votato a larga maggioranza la fusione tra Villorba e Povegliano

TERRALTA VENETA: LA REGIONE HA DATO IL VIA LIBERA AL REFERENDUM

Chiamati alle urne tutti i residenti dei due comuni: manca però la data


VILLORBA/POVEGLIANO – (gp) Il referendum per decidere sulla fusione dei comuni di Villorba e Povegliano si farà. A decidere se il Comune di Terralta Veneta verrà istituito davvero saranno i cittadini. Il via libera dalla Regione Veneto è arrivato dopo il voto del consiglio che a larga maggioranza (solo un contrario e quattro astenuti) ha sostenuto il progetto referendario. La data non è ancora stata fissata e verrà scelta in base alle scadenze comunali, amministrative e alla disponibilità di entrambi i comuni interessati, ma si tratta soltanto di problemi organizzativi. Il voto potrebbe comunque tenersi prima dell'estate: in caso di assenso dei cittadini (al voto dovrebbero presentarsi 15 mila persone), la fusione sarebbe già possibile entro l'anno prossimo. Resta da sottolineare che Villorba e Povegliano ono gli unici due comuni ad aver portato avanti le pratiche per attuare la fusione rispondendo in maniera concreta alle richieste del Governo di ottimizzare e ridurre la spesa pubblica in base alla cosiddetta “spending review”.