Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Da 48 ore non si hanno più notizie di Gianfranco Longo, 54enne trevigiano

SCOMPARE DUE GIORNI FA DA CASA: L'APPELLO DISPERATO DELLA MOGLIE

Manifesti in città per chiedere aiuto a tutti per ritrovarlo sano e salvo


TREVISO – (gp) Da due giorni non si hanno più sue notizie e la moglie Mirella, terrorizzata dalla possibilità che il marito possa aver compiuto un gesto estremo, ha lanciato un appello per farlo tornare a casa. Ormai da 48 ore non c'è traccia di Gianfranco Longo, 54enne trevigiano operaio della Sanagens. Senza sosta lo stanno cercando polizia, carabinieri, tutte le forze dell'ordine e i volontari, per il momento senza esiti positivi. Anche la moglie, che vive nell'angoscia visto che il marito avrebbe passato un forte periodo di stress emotivo dopo essere finito in cassa integrazione, percorre le strade, le vie di campagna e gli argini dei fiumi nella speranza di ritrovare vivo il coniuge. E nel frattempo in città di moltiplicano i manifesti in cui si chiede a tutti i cittadini un aiuto per riportare a casa l'uomo sano e salvo. (foto da tribunatreviso.it)