Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La catasta raggiungerà i di 10 metri: "Tutto sicuro e autorizzato"

"NON SONO UN RIBELLE: IL NOSTRO PANEVIN E' IN REGOLA"

Il sindaco di Arcade spiega l'interpretazione della nota della Questura


ARCADE - Il Panevin di Arcade si svolgerà nel pieno rispetto delle regole, nonostante l'altezza della catasta di legna raggiunga i dieci metri di altezza, il doppio del limite fissato dalla Questura di Treviso. Ad annunciarlo il sindaco del comune trevigiano, Domenico Presti. Il primo cittadino, che nel territorio comunale rappresenta l'autorità di pubblica sicurezza, ha emesso un'apposita ordinanza in cui autorizza il mega falò dell'Epifania, organizzato dagli Alpini e dalla stessa amministrazione. Stop, invece, ai roghi casalinghi, troppe volte trasformatisi, ribadisce Presti, in occasioni per smaltire in modo improprio rifiuti. Il provvedimento, dunque, supera la nota emessa dal Questore che stabiliva varie caratteristiche per le tradizionali bubarate. Secondo il sindaco, però, le indicazioni non riguardano i pavevin "ufficiali", con una macchina organizzativa a garanzia della sicurezza, come appunto quello che da 47 anni viene bruciato ad Arcade, non rientrando questi di fatto nella categoria delle "accensioni pericolose". Un'interpretazione, sottolinea Presti, su cui ha avuto conferma dallo stesso questore Tommaso Caccipaglia. Tanto che il responsabile dell'amministrazione comunale di Arcade invita anche altri colleghi sindaci ad attuare le stesse misure.

 

Nel link, l'intervista integrale al sindaco di Arcade, Domenico Presti, andata in onda nel corso della puntata odierna di Buongiorno Veneto Uno.



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
02/01/2014 - Panevin, ad Arcade pronti
a sfondare il tetto dei 5 metri