Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, "Porterò le richieste dell'associazione trevigiana in Parlamento"

BISINELLA: OMICIDIO STRADALE ANCHE PER CHI COMPIE MANOVRE AZZARDATE

La senatrice recepisce l'appello dei famigliari delle vittime della strada


CASTELFRANCO - Il reato di omicidio stradale sia esteso anche a chi, in condizioni

psicofisiche non alterate dall'assunzione di stupefacenti o sostanze alcoliche, compia irresponsabilmente manovre azzardate. La proposta è della senatrice leghista Patrizia Bisinella e recepisce un'istanza in questo senso che giunge dalla rappresentante di Treviso dell'Associazione italiana dei familiari delle vittime della strada, Paola Bortolotto. Quest'ultima, in particolare, aveva perso un figlio a causa di un incidente stradale provocato da un motociclista, negativo ai test per l'individuazione di tracce di droghe o alcol nel sangue, ma autore di un sorpasso temerario. La sanzione penale per il responsabile del fatto fu di poco superiore a un anno con il benefici della sospensione condizionale della pena. La scorsa estate, ricorda la parlamentare, la Lega aveva

depositato una proposta di legge per l'introduzione del reato di omicidio stradale, con pene previste dai sei ai dodici anni di reclusione. "Porterò le richieste dell'associazione in

Parlamento - conclude Bisinella - perché la possibilità di includere anche le condotte manifestamente irresponsabili, come ad esempio sorpassi azzardati o alta velocità, tra quelle rientranti nel reato di omicidio stradale, è certamente da valutare".