Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, "Porterò le richieste dell'associazione trevigiana in Parlamento"

BISINELLA: OMICIDIO STRADALE ANCHE PER CHI COMPIE MANOVRE AZZARDATE

La senatrice recepisce l'appello dei famigliari delle vittime della strada


CASTELFRANCO - Il reato di omicidio stradale sia esteso anche a chi, in condizioni

psicofisiche non alterate dall'assunzione di stupefacenti o sostanze alcoliche, compia irresponsabilmente manovre azzardate. La proposta è della senatrice leghista Patrizia Bisinella e recepisce un'istanza in questo senso che giunge dalla rappresentante di Treviso dell'Associazione italiana dei familiari delle vittime della strada, Paola Bortolotto. Quest'ultima, in particolare, aveva perso un figlio a causa di un incidente stradale provocato da un motociclista, negativo ai test per l'individuazione di tracce di droghe o alcol nel sangue, ma autore di un sorpasso temerario. La sanzione penale per il responsabile del fatto fu di poco superiore a un anno con il benefici della sospensione condizionale della pena. La scorsa estate, ricorda la parlamentare, la Lega aveva

depositato una proposta di legge per l'introduzione del reato di omicidio stradale, con pene previste dai sei ai dodici anni di reclusione. "Porterò le richieste dell'associazione in

Parlamento - conclude Bisinella - perché la possibilità di includere anche le condotte manifestamente irresponsabili, come ad esempio sorpassi azzardati o alta velocità, tra quelle rientranti nel reato di omicidio stradale, è certamente da valutare".