Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nella città del Cima toccati i 267 microgrammi, male anche Mansuè (145)

PICCO DI INQUINAMENTO DOPO I PANEVIN, RECORD A CONEGLIANO

A Treviso l'Arpav rileva un incremento fino a quota 146 dovuto ai falò


TREVISO – (gp) Alla vigila della ripresa delle limitazioni al traffico nel comune di Treviso per abbattere l'inquinamento, il picco delle Pm10 e Pm2,5 si è avuto in seguito ai Panevin di domenica 5 gennaio. Tra le 23 e 3 di notte le centraline dell'Arpav hanno registrato un incremento considerevole delle polveri sottili in tutta la Marca. Treviso, rimasta sotto la soglia di allerta per tutta la giornata di domenica, dalle 21 ha iniziato a registrare un aumento graduale degli inquinanti fino a raggiungere quota 146 microgrammi poco prima della mezzanotte. Mansuè, di solito estranea alla presenza di sostanze inquinanti nell'aria, è arrivata a toccare quota 145 microgrammi seguendo lo stesso trend registrato a Treviso. Il record negativo spetta però a Conegliano dove nessuno ha rinunciato ai Panevin, visto che i divieti imposti dall'Ente Parco Sile non riguardano la zona del coneglianese: i dati dell'Arpav parlano di un picco di polveri sottili di 267 microgrammi.


Galleria fotograficaGalleria fotografica