Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista al musicista polistrumentista, che presenta il suo primo lavoro

U-TURN: LA SVOLTA NELLA MUSICA, E NON SOLO, PER VALERIO VAIARELLI

Dal reggae al funky al rock, 12 pezzi racchiudono una filosofia di vita


TREVISO - Immediato, positivo, così si può' definire in due parole “U-Turn”, l'album d'esordio di Valerio Vaiarelli, musicista polistrumentista originario dalla Sicilia ma da 12 anni residente nel veneziano.

Grinta e spensieratezza si fondono in un lavoro che raccoglie sound diversi, ma non per questo distanti: dal reggae di 24/7, al funky pulsante di It's Ok, dal rock carico di Pressing Need, alla dolce ballata di All Long. 12 pezzi che descrivono non solo un temperamento o una personalità, ma una precisa attitudine nei confronti vita. “U-Turn vuol dire svolta, grande cambiamento, è un'inversione a U a tutti gli effetti.” - spiega l'artista ai microfoni di Alessandra Ghizzo - “Le canzoni fanno un percorso che riguarda la messa in discussione di sé stessi e del modo di guardare alla vita. E' una sorta di invito rivolto a tutti al ristabilimento delle priorità, di ciò' che veramente conta, non solo per noi esseri umani, ma un po' per tutto.”

La svolta per Valerio è avvenuta due anni fa. Quando ha deciso di mettersi al lavoro sulla sua musica, mosso da un'esigenza che, più che artistica o creativa, si direbbe comunicativa. “Capire che scrivere canzoni dava un senso a quello che sono come individuo e come musicista è stata la cosa migliore che potesse succedermi. La musica, solo con le note, può toccare le corde della sensibilità emotiva, ma con le parole diventa veramente una rivoluzione”.

 

All'album hanno collaborato Enzo Sutera, Toti Denaro, Francesco Clera, Valentino Favotto, Barbara Belloni, Melody Molina, Francesco Perale, Paolo De Col, Paolo Ganz.








Galleria fotograficaGalleria fotografica