Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Roncade, dopo il caos dell'orario cadenzato la disdetta del contratto con Trenitalia

RUBINATO: "SOLO IN VENETO PRIMA SI AUMENTA E POI SI CORRE AI RIPARI"

Tuona l'esponente del Pd: "E' sempre colpa di qualcun altro"


RONCADE - “In tutti i paesi civili del mondo chi governa prima di prendere decisioni che ricadono sui cittadini dà indirizzi ai propri dirigenti per studiare le questioni, poi decide e quindi applica in concreto i provvedimenti. Nella nostra Regione, invece, avviene il contrario. Prima si aumentano i pedaggi autostradali o si cambiano gli orari dei treni, senza dare ascolto al territorio e senza porsi il problema delle ricadute sugli utenti, e poi ci si fa paladini di automobilisti e pendolari sui giornali perché la colpa è sempre di qualcun'altro. Roba da matti!”. Simonetta Rubinato, parlamentare e sindaco del Pd, ce l’ha con la tattica adottata dai massimi esponenti del governo regionale, quella cioè di non governare i problemi per suscitare l’ira dei cittadini per poi intervenire come salvatori della Patria. “Così è successo con l’assessore Renato Chisso – osserva la deputata - che, dopo aver contribuito a creare il caos con l’orario cadenzato, ha annunciato la disdetta del contratto a Trenitalia e così ora succede con il governatore Zaia che chiede alla Cav (di cui è azionista per il 50% e nomina il presidente) sconti e agevolazioni per residenti e pendolari. Ma qualcuno ci crede davvero che la Giunta regionale non fosse stata preavvisata degli aumenti dei pedaggi e non avesse dato il suo ok?”. Secondo l’on. Rubinato la vicenda del caro pedaggi è paradossale: “Era prevedibile – spiega – che l’aumento avrebbe scatenato l’ira degli automobilisti. Non ci voleva un genio per capirlo. E allora perché da bravi amministratori non si è pensato prima a dare direttive per studiare e introdurre quelle agevolazioni per le quali ora Cav chiede tre o quattro settimane di tempo per verificare la loro fattibilità? E intanto gli utenti stanno pagando! Assessori, dirigenti e amministratori delegati ci stanno e sono pagati dai cittadini per risolverli i problemi, non per crearli”.