Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo una nomade di 50 anni e la nuora di 30, accusate di furto aggravato

RUBANO GRATTA E VINCI E TENTATO DI INCASSARE LE VINCITE: SCOPERTE

Incastrate da un benzinaio vicentino: i tagliandi rubati in tre tabaccherie


ASOLO – (gp) Incastrate dall'intuito di un benzinaio vicentino. E' stato l'uomo infatti, trovatosi di fronte a due nomadi, una 50enne e la nuora 30enne, a capire che qualcosa non andava di fronte alla richiesta delle donne di incassare le vincite di diversi gratta e vinci. Avvertiti i carabinieri, si è poi scoperto che le due avevano rubato una quantità considerevole di tagliandi in tre diverse tabaccherie ad Asolo, Riese Pio X e Vigodarzere, per un totale di quasi 4 mila euro di tagliandi. Accusate di furto aggravato, ora dovranno affrontare un processo: il pm Barbara Sabattini ha infatti formalizzato le accuse e chiesto il rinvio a giudizio per entrambe. Messe alle strette dagli inquirenti, le due nomadi hanno confessato di essere state loro a trafugare i gratta e vinci. Alcune vincite sono state anche incassate prima che i tabaccai derubati riuscissero a sporgere denuncia, ma di quei soldi oramai non c'è traccia. Anche perchè, pur essendo ogni tagliando contrassegnato con un numero di serie, è di fatto impossibile collegare l'incasso alle donne.