Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I consulenti: "Così si spingono le imprese ad andare all'estero"

AZIENDE TREVIGIANE IN ALLARME PER LE MULTE SUGLI ORARI DI LAVORO

Nuove norme: sanzioni fino a 50mila euro per chi sfora i limiti


TREVISO - Multe salate rischiano di abbattersi anche su molte aziende della Marca. E' la conseguenza di una nuova normativa, contenuta nel cosiddetto decreto “Destinazione Italia” entrato in vigore lo scorso 24 dicembre. La norma, in particolare, prevede un incremento delle sanzioni a carico delle imprese per il mancato rispetto degli orari di lavoro. Secondo i calcoli dell'Associazione consulenti del lavoro di Treviso, un'azienda che supera anche di poco, e per un solo lavoratore, le 48 ore di lavoro settimanale previste, può ricevere da mille a 7.500 euro di multa. Ma l'ammenda può rapidamente salire ed arrivare fino a 50mila euro, qualora siano coinvolti più di dieci dipendenti. Le disposizioni hanno suscitato forti critiche da parte dei consulenti del lavoro: “Ritengo che il decreto sia oggettivamente sproporzionato rispetto, ad esempio, ai controlli sul lavoro sommerso, dove è previsto l’innalzamento della sanzione del 30%”, attacca Cesare Artico, presidente provinciale della categoria. Questo è uno stato killer, che invece di sostenere le piccole medie imprese e porre le condizioni per un rilancio produttivo e lavorativo nel 2014, pensa a sanzionare a pioggia senza valutare ogni singola realtà.”

Ma il consulenti trevigiani sollevano perplessità anche sull'assunzione di 250 nuovi ispettori, proprio per vigilare su questi aspetti e destinati quasi esclusivamente al Centro Nord: “come se qui si trovasse la prevalenza di comportamenti irregolari”, nota Artico. Secondo il leder dell'associazione di professionisti il provvedimento rischia di avere effetti deleteri: “Decuplicare le sanzioni per irregolarità, anche minime, nell’orario di lavoro, significa comunque mettere in ginocchio un intero comparto, pensiamo all’artigianato – ribadisce Artico - In questa maniera – conclude il Presidente Artico - il Governo spinge gli imprenditori a delocalizzare la produzione dove le condizioni sono meno restrittive”.