Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Paura in via Ca' Zenobio, in cella Otello Lorenzon, 50 anni, caccia ai complici

SANTA BONA, TORNA A CASA E SI TROVA A TU PER TU CON I LADRI

Aggredito un 26enne, Mirco Camerotto, polizia arresta uno dei banditi


TREVISO - E' tornato a casa con la fidanzata ma una volta posteggiata l'auto nel vialetto di casa, si e' trovato a tu per tu con i ladri che si stavano dileguando dopo aver completamente saccheggiato l'abitazione della nonna. L'episodio nella notte tra sabato e domenica, poco prima delle 2, in una villetta di via Ca' Zenobio a Treviso, nel quartiere di Santa Bona. Mirco Camerotto, 26 anni, era appena tornato a casa, per dormire con la fidanzata nell'abitazione al pianterreno un tempo occupata dalla nonna Andreina, 84 anni, gravemente malata e da qualche tempo ricoverata in casa di riposo. Al primo piano vive invece la madre del giovane, la signora Lorena. I ladri, sentito l'arrivo dell'auto dal vialetto, hanno cercato di fuggire; uno dei malviventi si e' dileguato attraverso i campi con la refurtiva mentre il complice ha dato vita ad una violenta collutazione con il 27enne che è rimasto ferito ad un occhio, alla fronte e alle mani. Il malvivente e' riuscito a scappare attraverso i campi ma nella fuga ha perso il telefono cellulare: proprio questo smarrimento gli sarà fatale. Gli investigatori delle volanti e della squadra mobile della polizia infatti, grazie ai tabulati e alla preziosa collaborazione del 27enne, sono riusciti in poche ore a dare un volto al ladro. Si tratta di Otello Lorenzon, 50enne residente in via Sicilia, nel vicino quartiere di San Liberale: da tempo disoccupato, vive in una condizione di forte indigenza. Nella sua abitazione, senza luce, gas e acqua, gli agenti hanno trovato gli abiti utilizzati per il colpo. L'uomo, arrestato dagli agenti della squadra mobile, si trova ora in cella a Santa Bona per rapina in concorso. Ora e' caccia aperta anche al secondo malvivente che è riuscito a fuggire con il bottino frutto del furto: una macchina fotografica, alcuni monili in oro, la fede nuziale della nonna ed altro materiale.


Galleria fotograficaGalleria fotografica