Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, ascolta l'intervista agli organizzatori Said Chaibi e Giancarlo Cavallin

LILIAN THURAM TESTIMONIAL PER LA LOTTA AL RAZZISMO

Doppio incontro con i giovani del Condor e gli studenti delle superiori


TREVISO - Lilian Thuram, calciatore di fama internazionale che ha indossato la maglia del Parma della Juventus e del Barcellona e con la nazionale francese ha vinto Mondiale ed Europeo, a Treviso per parlare di sport, razzismo, integrazione e multiculturalità. Il campione Incontrerà gli sportivi, la società civile e gli studenti delle scuole superiori della Provincia, per presentare il suo libro “Le mie stelle nere” e, in qualità di ambasciatore UNICEF, continuare il suo lavoro per diffondere la cultura dell’universalità e dell’integrazione.

 

L’associazione “Prendiamo la Parola", che ha proposto per prima l’iniziativa, è costituita da persone immigrate e di origine straniera con appartenenze generazionali, politiche, culturali, sociali, religiose e nazionali diverse. L’associazione ha come obiettivo promuovere spazi di riflessione e d’ azione per la promozione di iniziative che contrastino la discriminazione, la xenofobia, il razzismo e altre forme di ingiustizie in ogni ambito.

Molto spesso è proprio lo sport che aiuta a veicolare questi importanti valori. La Provincia di Treviso conta oltre duemila Associazioni Sportive con un esercito di volontari in questo particolare settore. Esempi concreti di promozione dell’etica e della dignità sono il progetto “Genitori Steward” della Figc di Treviso, concretizzato dalla Condor A.S. una quarantina di padri e madri di ragazzi in campo. Lo steward controlla a tutti gli effetti i 'colleghi' genitori e tifosi, contenendo le loro intemperanze. Chi sgarra, chi non tifa correttamente viene allontanato o ricondotto a miti consigli. Tutto per cercare di riportare il calcio nei canoni di gioco semplice e puro.

Altro progetto modello è la “scuola di tifo I draghi” la prima scuola di tifo creativo e corretto in Italia e in Europa nata al Palaverde nel 2001 e sviluppatasi negli anni, tanto da diventare un riferimento a livello nazionale.

 

Il programma con Lilian Thuram inizia giovedì alle 17,30 in piazza dei Signori dove verrà allestito un campetto da calcio con protagonisti i ragazzini della Condor Treviso. Alle 18 a Palazzo dei Trecento si terrà il convegno-dibattito che vedrà con Lilian Thuram (che presenterà il suo libro) la presenza di Jacopo Tognon, docente all'Università di Padova e Giudice del tribunale arbitrale dello sport di Losanna. A moderare il dibattito sarà Antonella Stelitano del Comitato italiano Fair Play.

 

Venerdì 17 dalle 9,30 alle 12 all'auditorium Appiani, si terrà invece l'incontro di Thuram con gli studenti delle scuole superiori della provincia di Treviso, insieme a Giuseppe Milan, docente di pedagogia interculturale all'università di Padova. A moderare il dibattito, questa volta, i rappresentanti della Consulta Provinciale degli studenti di Treviso.

L’iniziativa è stata promossa dall’associazione “Prendiamo la parola”, Coordinamento associazioni di volontariato della Provincia di Treviso, Comune di Treviso, Miur, Consulta provinciale degli studenti e i patrocini di Coni, Figc Treviso e Comitato Nazionale Fair Play.

La due giorni vede inoltre la partecipazione dell'Università di Cà Foscari a Treviso, il centro interdipartimentale dell'Università di Padova per i diritti dell'uomo e dei popoli, il Comitato Italiano Fair play, l'Accademia Olimpica Italiana e l’International Olympic Academy con i loro inviati.

 

Sostenitori dell’iniziativa anche Fondazione Cassamarca che ha messo a disposizione l’Auditorium Appiani e Astoria Vini che offrirà un brindisi al termine del convegno di giovedì sera.


Galleria fotograficaGalleria fotografica