Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stangato un moldavo di 43 anni, beccato a Spresiano con 4,7 tonnellate di bionde

CONTRABBANDIERE CONDANNATO: MULTA RECORD DA 15 MILIONI

Stralciata in fase d'indagine la posizione del 38enne trevigiano


SPRESIANO – (gp) Quindici milioni di euro di multa. Una vera e propria stangata quella inflitta dal gup Angelo Mascolo a un 43enne moldavo beccato nel maggio scorso con tre tonnellate di sigarette di contrabbando, soprattutto Marlboro e Chesterfield contraffatte, che dall'Ucraina, dove erano state abusivamente fabbricate, erano giunte a Spresiano in un capannone della zona industriale, sede ormai dismessa di una ex ditta di trasporti. A stringere le manette ai polsi dell'uomo, che con rito abbreviato è stato anche condannato a un anno e quattro mesi di reclusione, era stata la Guardia di Finanza di Treviso. In quell'occasione era stato arrestato anche un trevigiano di 38 anni, proprietario del capannone ed ex “padroncino”, la cui posizione è stata stralciata e verrà giudicata in seguito. Il moldavo, secondo l'accusa, era il corriere incaricato di trasportare le “bionde” dall'Ucraina (ma anche da Moldavia e Slovenia) alla Marca: era stato lui a portare a Spresiano a bordo di un Fiat Ducato 288 pannelli, simili a quelli utilizzati per la coibentazione delle celle frigorifere, riempiti con 24mila stecche di sigarette. Un carico che, se immesso nel mercato nero, avrebbe fruttato circa 1,2 milioni di euro.