Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giudizio immediato per Indrit Saliu, ilir Kokaj, Emanuel Lika e Bruxhino Murati

PROCESSO LAMPO PER LA BANDA DELLE VILLETTE: IN 4 DAL GIUDICE

Tutti albanesi, sono accusati di 20 furti in casa a Treviso e Pordenone


CONEGLIANO – (gp) Processo lampo per la banda delle villette. Il Sotituto procuratore Iuri de Biasi ha firmato la richiesta di giudizio immediato, vista la mole di prove raccolte che l'accusa ritiene schiaccianti, nei confronti dei quattro albanesi che nel giro di un mese, dal settembre 2013, avevano svaligiato 20 villette a cavallo delle Province di Treviso e Pordenone. L'avventura criminale di Indrit Saliu, 23 anni, Ilir Kokaj, 27 anni, Emanuel Lika, 24 anni, e di Bruxhino Murati, 20 anni, era terminata il 3 ottobre dello scorso anno quando i carabinieri di San Polo di Piave, dopo l'ultimo colpo messo a segno a Pravisdomini, erano stati fermati a bordo di una Renault Clio nera risultata rubata qualche giorno prima a Ponte di Piave. All'interno dell'auto e nell'abitazione degli albanesi successivamente perquisita, i militari avevano rinvenuto buona parte del bottino dei colpi messi a segno nelle settimane precedenti: pc, gioielli, borse, orologi e contanti del valore di diverse migliaia di euro.