Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, "Attività che contrasta con la legge quadro nazionale sulle aree protette"

IL PARCO DEL SILE SOSPENDE LA CATTURA DELLE LEPRI

Recepita la diffida inviata dalla Lav alla direzione dell'Ente


TREVISO - E’ datato 15 gennaio 2014 il documento con il quale il Parco Regionale del fiume Sile sospende la cattura e lo spostamento delle lepri, destinate ad essere consegnate nelle mani dei cacciatori trevigiani e padovani, che all’interno del territorio del Parco non potevano ovviamente cacciarle. La sospensione giunge a seguito delle due diffide inviate dalla LAV alla direzione del Parco, nelle quali l’ufficio legale dell’associazione contesta punto per punto i numerosi profili d’illegittimità contenuti negli atti amministrativi che prevedevano la cattura di un numero imprecisato di lepri all’interno dei confini del Parco, attività che contrasta con la stessa legge quadro nazionale sulle aree protette. Le cinque attività di cattura previste sono quindi definitivamente archiviate, con buona pace dei cacciatori e a tutto vantaggio delle lepri, che potranno continuare a vivere indisturbate all’interno di un’area dove la caccia è tassativamente vietata. “Siamo molto soddisfatti per la presa di posizione della direzione del Parco del Sile – commenta Massimo Vitturi, responsabile LAV settore caccia e fauna selvatica – una posizione non certamente anticaccia, ma che si pone finalmente il problema del rispetto delle norme poste a tutela della fauna selvatica, ancor di più all’interno dei parchi”.