Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Assolto il 31enne Antonio Fatone: rimedia un anno per detenzione di stupefacenti

NOVE MESI IN CARCERE PER UNA RAPINA CHE NON HA COMMESSO

Per l'accusa era uno dei rapinatori che colpirono al Trilionaire di Spresiano


SPRESIANO – (gp) Nove mesi in carcere e uno ai domiciliari per una rapina che non ha commesso. Questo è quanto stabilito dal gup Angelo Mascolo sulla base dei risultati delle analisi del Ris di Parma che hanno scagionato Antonio Fatone, 31enne di Spresiano difeso in aula dall'avvocato Alessandra Nava. Nonostante il pm Valeria Sanzari avesse chiesto una condanna a sei anni e otto mesi di reclusione, con tanto di sconto di pena in virtù del rito abbreviato, il giudice ha sposato la tesi difensiva. Fatone era anche a processo per detenzione ai fini di spaccio di 40 grammi di marijuana, reato per cui ha rimediato una condanna a un anno di reclusione, che in pratica ha già finito di scontare in regime di custodia cautelare per il colpo al “Trilionaire” di Spresiano a cui, però, non ha mai partecipato. L'odissea giudiziaria del 31enne iniziò dieci mesi fa. Il 2 marzo 2013 tre banditi armati e travisati da passamontagna avevano fatto irruzione nella sala slot di via Tiepolo: 200 euro il bottino, poi la fuga. Alcune testimonianze e le immagini della videosorveglianza del locale avevano portato gli inquirenti ad arrestare Fatone, considerato uno della banda. Bloccato dai carabinieri, venne trovato in possesso di 40 grammi di marijuana. In casa sua vennero sequestrati un taglierino, un cappellino (e non un passamontagna) e un paio di pantaloni grigi di una tuta. Vennero mandati al Ris per estrarre il dna, assieme ai video delle telecamere. Esito impietoso: il bandito ripreso era più magro e più alto di Fatone, la tuta sequestrata era solo simile a quella del rapinatore e il dna non compatibile con quello del 31enne, rimasto dunque in carcere da innocente.