Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il lavoro di Erika Lorenzon e Francesca Gallo sugli scritti dei militari italiani internati

MEMORIE E CANTI DELLA DEPORTAZIONE, UNO SPETTACOLO PER NON DIMENTICARE

"Come branchi di zebre..." sabato 25 gennaio all'auditorium delle Stefanini


TREVISO - Dovevano scegliere se deporre le armi o passare dalla parte dei tedeschi, alleati fino al giorno prima e ora nemici occupanti. Dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, il 90% dei militari italiani appoggiò la scelta italiana, e si oppose ai vecchi alleati. Oltre un milione di soldati vennero disarmati dai nazisti, e 800mila furono internati nei campi di concentramento.

Alcuni di questi soldati scrissero delle ingiustizie e atrocità che videro e subirono. Scrissero nei loro diari, per non dimenticare. A raccogliere le memorie di questi uomini è stata la storica Erika Lorenzon che ha deciso di creare una narrazione per portare queste testimonianze a conoscenza di quante più persone possibili. Nasce così lo spettacolo "Come branchi di zebre..." - spiega ai nostri microfoni la fisarmonicista Francesca Gallo, che accompagna Lorenzon in scena con il suo strumento. Le vicende, dall'armistizio alla liberazione, vengono ripercorse attraverso i diari delle vittime, i canti della resistenza e della deportazione.

Lo spettacolo, nato un anno fa, andrà in scena sabato 25 gennaio all'auditorium delle scuole Stefanini di Treviso.

Alessandra Ghizzo











Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
19/04/2013 - "Come branchi di zebre..."
La storia dopo l'armistizio del '43