Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Trascinato in di fronte al giudice il 32enne di Carbonea Antonino Ranieri

AGGREDÌ IL COGNATO PER ERRORE: AL VIA IL PROCESSO PER LESIONI

Vittima un barista de "La Barchessa", il 29enne Fabrizio Conte


CARBONERA – (gp) Al via il processo a carico di Antonino Ranieri, il 32enne di Carbonera che accoltellò per errore il fidanzato della sorella. In tribunale a Treviso si è celebrata la prima udienza del procedimento penale, nonostante alla base del gesto ci sia stato un incredibile equivoco. A farne le spese, nel maggio 2012, era stato il 29enne Fabrizio Conte, dipendente del ristorante “La Barchessa”. A colpirlo era stato appunto il fratello della fidanzata, intervenuto in piena notte in un vibrante litigio tra la vittima e il padre. Il giovane non rendendosi conto che quello era il compagno della sorella, lo ha colpito con un fendente alla schiena che gli ha perforato il polmone e rotto due costole. L'indagine della squadra mobile di Treviso aveva portato alla luce la verità sull'episodio nonostante la famiglia della ragazza avesse negato ogni addebito. Fabrizio Conte, rincasato nella sua abitazione di Villorba si era scontra per l'ennesima volta con la fidanzata, una 27enne: lei gli contestava di tornare sempre tardi dal locale di Casale in cui lui lavora. Stanco dei continui diverbi il 29enne decise di riportare a casa la ragazza, a Carbonera, presso l'abitazione dei genitori. Mentre la fidanzata attendeva in auto, Fabrizio Conte suonò al citofono e avvisò il padre di aver riportato a casa la figlia. L'uomo, un 55enne, scese nell'androne e i due iniziarono a litigare. Il figlio, pensando che il padre stesse subendo un'aggressione, afferrò un coltello da cucina, sorprese alle spalle il presunto aggressore e lo ferì. Solo quando Fabrizio Conte si voltò il 32enne si rese conto dell'incredibile abbaglio. Il 29enne, trasportato immediatamente al Ca' Foncello, se la cavò con trenta i giorni di prognosi.