Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa per appropriazione indebita una delle fondatrici di "Oltre il labirinto"

FONDI PER L'AUTISMO SCOMPARSI: A PROCESSO L'EX VICEPRESIDENTE

La 45enne di Cordignano chiede di risarcire il danno da 61 mila euro


CORDIGNANO – (gp) Secondo la Procura di Treviso si sarebbe intascata circa 61 mila euro dell'associazione “Oltre il labirinto onlus”, di cui era una delle fondatrici, nonché vicepresidente e tesoriere. Denaro destinato a progetti e iniziative solidali nei confronti di persone affette da autismo. Finita a processo per rispondere dell'accusa di appropriazione indebita, la 45enne di Cordignano Susi Corbetta ha chiesto un rinvio dell'udienza per poter risarcire il danno all'associazione, costituitasi parte civile per conto di decine di famiglie. La donna dovrà tornare in aula a ottobre. Secondo gli inquirenti dall'ottobre 2010 al marzo 2012, cioè quando il presunto ammanco sarebbe stato scoperto, Susi Corbetta sarebbe riuscita a distrarre le somme dalle casse della onlus utilizzandole per scopi privati. Il presidente di “Oltre il labirinto” aveva sostenuto che la sopravvivenza della fondazione era stata messa a rischio: per mantenere in vita la onlus, le famiglie si sarebbero infatti autotassate per ripianare il buco, avviando in parallelo una causa civile per rientrare in possesso di quelle somme, oltre ai danni subìti.