Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, erano in 3, forse 4, hanno aggredito e malmenato il domestico asiatico

RAPINA A VILLA SCARPA GREGORJ: BANDITI FUGGONO CON I GIOIELLI

Sull'episodio, avvenuto sabato, indaga la squadra mobile


TREVISO - Brutale aggressione e rapina sabato sera a villa Scarpa Gregorj, per mano di una banda poi fuggita con alcuni preziosi. Il fatto è avvenuto in via Fornaci Guerra Gregorj, a S. Antonino, la vittima è il domestico della storica famiglia trevigiana di imprenditori, 30enne, asiatico. I malviventi erano almeno tre, forse quattro: nella villa in quel momento i proprietari non c'erano. Il domestico ha riferito alla Polizia che i banditi prima gli hanno gettato addosso una coperta, per poi legarlo mani e piedi chiudendolo infine in una stanza. A quel punto hanno messo a soqquadro l’abitazione, svuotando i cassetti alla ricerca di gioielli. Secondo la ricostruzione degli inquirenti qualcosa però li ha disturbati, forse un telefono che squillava: sarebbero fuggiti con un bottino scarso. Una volta riuscito a liberarsi, il domestico ha chiamato i titolari, che hanno dato l’allarme al 113. Sul posto si sono portate le Volanti della Polizia e gli investigatori della Squadra Mobile che hanno raccolto la testimonianza del dipendente ed effettuato i rilievi del caso.