Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Domenica 2 lo scrittore presenterą il suo libro a difesa dell'opera di Tolkien

"DIFENDERE LA TERRA DI MEZZO", WU MING 4 A SPAZIO ZERO

L'intervista a Max D'Ospina dell'associazione culturale di Oderzo


ODERZO - (ag) E' un'apologia all'opera di Tolkien l'ultimo libro scritto da Wu Ming 4, "Difendere la Terra di Mezzo", pubblicato per i tipi della Odoya. Il più filo-tolkeniano tra gli scrittori del noto collettivo, sarà ospite domenica 2 febbraio alle 16 nella sede dell'associazione culturale Spazio Zero di Oderzo per presentare il lavoro che raccoglie, in modo organico, alcuni suoi scritti già editi nel blog dei Wu Ming, accanto ad altri testi inediti.

Max D'Ospina di Spazio Zero, che sarà mediatore dell'incontro, anticipa ai microfoni di Alessandra Ghizzo alcuni contenuti dell'opera in cui Wu Ming 4 intende demolire l’interpretazione tutta italiana che leggerebbe il mondo inventato da Tolkien, e i messaggi derivanti dalla sua letteratura, secondo codici razzisti e allegorici. Teorie nate negli anni '70 in seno alla destra italiana, ma che in Italia sopravvivono ancora oggi.

In un puntuale excursus dal valore culturale, sociale e politico, l'autore si addentra nella vita e nell'epoca dell'autore de Il Signore degli anelli, per cogliere il “complesso di Tolkien” e cioè quel debito insaldabile che tutta la letteratura fantasy ha contratto col germanista.

In ultima analisi, nei confronti del creatore di mondi e di un genere letterario, Wu Ming 4 intende eliminare la svilente etichetta di “genere di evasione” per un pubblico di “giovani” lettori, attribuitagli da critici ed intellettuali, elevando la produzione tolkeniana alla stregua dei grandi autori del '900.

A sigillo del saggio, il testo donato da Thomas Shippey (la più alta autorità in materia) dall’icastico titolo “Noblesse oblige: immagini di classe in Tolkien”.

 

La presentazione si terrà domenica 2 febbraio 2014 alle ore 16:00 presso la sede di Spazio Zero, in via Piave 2 a Oderzo (TV).

Ingresso libero

Intervista di Alessandra Ghizzo