Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

FOTOGALLERY L'area è dismessa da quasi vent'anni, sul posto anche la polizia locale

CROLLA IL TETTO DELL'EX SEDE DEI VIGILI DEL FUOCO A SANT'ANTONINO

"Troppa burocrazia, progetto presentato al Comune quattro anni fa"


TREVISO - Crollato nella notte parte del tetto dell'ex sede dei vigili del fuoco a Sant'Antonino a Treviso: a collassare parte della struttura di copertura del magazzino. Sul posto, per mettere in sicurezza la struttura, sono intervenuti i vigili del fuoco di Treviso e la polizia locale che ha parzialmente chiuso al traffico, per circa due ore, via Sant'Antonino. La sede, dismessa da quasi vent'anni e costruita nel 1880, è stata acquistata nel 2002 da un imprenditore edile di Zero Branco, Giorgio Del Pozzo che in mattinata è intervenuto per constatare quanto accaduto. L'area, di circa 4mila metri quadrati, avrebbe dovuto diventare una lussuosa zona residenziale con 20 appartamenti per un totale di 10mila metri cubi edibicabili. Il progetto, realizzato dall'architetto di Scorzè, Gianni Rigo, era già pronto ed è stato presentato al Comune di Treviso quattro anni or sono. Ca' Sugana pretendeva almeno 300mila euro in oneri di urbanizzazione ma tutto venne bloccato per cavilli riguardanti, pare, la viabilità della zona. Proprio queste resistenze, oltre alle crisi economica, hanno convinto Giorgio Dal Pozzo a lasciar perdere e a rinunciare.

Galleria fotograficaGalleria fotografica