Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Susegana, l'ad del gruppo: "Vogliamo restare, ma Porcia non competitivo"

VERTICE ELECTROLUX, ZANONATO: "LA PROPOSTA NON CI CONVINCE"

A Roma il tavolo con il ministro e i presidenti di Regione


SUSEGANA - “La proposta di riorganizzazione che ci ha illustrato Electrolux non ci ha convinto”: questo il primo commento del ministro per lo Sviluppo economico, Flavio Zanonato, al termine dell'incontro con i vertici Electrolux. L'esponente del governo ha aggiunto, però, che l’azienda “ha accettato di aprire un tavolo negoziale” ed ha annunciato che nel giro di due o tre giorni è in programma una nuova riunione con il management, oltre ad un ulteriore summit, a cui parteciperà anche il presidente del Consiglio, Enrico Letta.

Zanonato, nel corso di in un'improvvisata conferenza stampa stampa con i presidenti delle regioni in cui si trovano gli stabilimenti del gruppo svedese, ha spiegato che la proposta Electrolux “non ci ha convinto perché imposta tutto sul costo del lavoro”, mentre “noi vogliamo parlare del piano industriale”.

"Andremo avanti sull'analisi del costo del lavoro e sulla sua riduzione, molto tranquillamente”, ha affermato l'ad di Electrolux Italia, Ernesto Ferrario. Il quale ha poi confermato la propria "disponibilità" a proseguire negoziato, ma ha anche ribadito come lo stabilimento di Porcia non sia ritenuto competitivo.

Secondo Zanonato la discussione “è stata molto serrata e ha dimostrato la volontà delle istituzioni di salvaguardare l’integrità dell’azienda”. Rispondendo a una domanda sugli stipendi, che nella proposta di Electrolux, secondo i sindacati, scenderebbero al livello di quelli dei colleghi polacchi, il ministro ha confermato che “è stata citata la Polonia come riferimento”, ma ha aggiunto che “se si scende agli stipendi polacchi chiudiamo tutte le industrie italiane”.