Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Susegana, l'ad del gruppo: "Vogliamo restare, ma Porcia non competitivo"

VERTICE ELECTROLUX, ZANONATO: "LA PROPOSTA NON CI CONVINCE"

A Roma il tavolo con il ministro e i presidenti di Regione


SUSEGANA - “La proposta di riorganizzazione che ci ha illustrato Electrolux non ci ha convinto”: questo il primo commento del ministro per lo Sviluppo economico, Flavio Zanonato, al termine dell'incontro con i vertici Electrolux. L'esponente del governo ha aggiunto, però, che l’azienda “ha accettato di aprire un tavolo negoziale” ed ha annunciato che nel giro di due o tre giorni è in programma una nuova riunione con il management, oltre ad un ulteriore summit, a cui parteciperà anche il presidente del Consiglio, Enrico Letta.

Zanonato, nel corso di in un'improvvisata conferenza stampa stampa con i presidenti delle regioni in cui si trovano gli stabilimenti del gruppo svedese, ha spiegato che la proposta Electrolux “non ci ha convinto perché imposta tutto sul costo del lavoro”, mentre “noi vogliamo parlare del piano industriale”.

"Andremo avanti sull'analisi del costo del lavoro e sulla sua riduzione, molto tranquillamente”, ha affermato l'ad di Electrolux Italia, Ernesto Ferrario. Il quale ha poi confermato la propria "disponibilità" a proseguire negoziato, ma ha anche ribadito come lo stabilimento di Porcia non sia ritenuto competitivo.

Secondo Zanonato la discussione “è stata molto serrata e ha dimostrato la volontà delle istituzioni di salvaguardare l’integrità dell’azienda”. Rispondendo a una domanda sugli stipendi, che nella proposta di Electrolux, secondo i sindacati, scenderebbero al livello di quelli dei colleghi polacchi, il ministro ha confermato che “è stata citata la Polonia come riferimento”, ma ha aggiunto che “se si scende agli stipendi polacchi chiudiamo tutte le industrie italiane”.