Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Stasera alle 17.30 la presentazione de "La lingua delle montagne e delle acque"

IL PAESAGGIO NELLA TRADIZIONE CINESE L'INCONTRO AGLI SPAZI BOMBEN

L'intervista al prof. Maurizio Paolillo, studioso della teoria del fengshui


TREVISO - Proseguono gli incontri sul tema del paesaggio della Fondazione Benetton. Questa sera, alle 17.30, gli Spazi Bomben ospiteranno l'incontro col professor Maurizio Paolillo, professore aggregato di Lingua e cultura cinese presso l’Università del Salento e autore del libro, edito dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, “La lingua delle montagne e delle acque. Il Libro delle Sepolture (Zangshu) e la tradizione della geomanzia cinese (Fengshui)” che contiene la prima traduzione dal cinese classico in italiano del Libro delle Sepolture, riferimento imprescindibile per le scuole, antiche e attuali, di fengshui.

Come spiega il professor Paolillo ai microfoni di Alessandra Ghizzo, obiettivo del fengshui è l’individuazione di siti adatti per l’architettura dei vivi, o anche dei defunti, nel contesto di un paesaggio naturale o antropizzato. I suoi principi affondano sull’antica cosmologia correlativa, in particolare sul Qi, l'energia sottile che percorre il paesaggio.

Partendo dalla constatazione che, da parte dell'Occidente, il Fengshui è stato oggetto di dottrine e mode new age, che ne hanno spesso distorto i tratti originari, la ricerca di Paolillo parte dalle origini, ossia dalla traduzione dal cinese classico del Libro delle Sepolture (Zangshu), opera attribuita tradizionalmente a Guo Pu, erudito vissuto tra il III e il IV secolo, ma nella sua forma attuale risalente al IX-X secolo. L’opera, ricca di principi dottrinali, contiene un complesso vocabolario “tecnico”, che guida alla lettura del paesaggio secondo il percorso del Qi vitale (shengqi), flusso identificabile attraverso l’analisi delle forme del territorio.

Questa grande attenzione al paesaggio, in particolare alle “venature” del Qi, si è espressa anche attraverso la produzione di mappe, che costituiscono una branca a parte della ricchissima tradizione cartografica cinese.