Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, ennesimo furto da Coin: per un maglione da 10 euro finisce in carcere

FERMATO PER UN TACCHEGGIO DAI CARABINIERI: ERA LATITANTE

In cella marocchino 35enne, deve scontare la condanna per una rapina


TREVISO - Per il banale furto di un maglione al negozio Coin di corso del Popolo a Treviso, messo a segno nel primo pomeriggio di ieri, è finito in cella: a suo carico esisteva infatti un ordine di carcerazione per un una rapina messa a segno a Jesolo nel 2007 e per sostituzione di persona. Protagonista della vicenda un 35enne nordafricano, Ben El Elija. Lo straniero è stato pizzicato verso le 13 dagli addetti alla sicurezza del negozio, in possesso di un maglione rubato del valore di neppure 10 euro, ed è stato poi consegnato ai carabinieri della stazione di Treviso. I militari hanno accertato in breve tempo sia il suo curriculuum criminale che le pendenze ancora esistenti a suo carico (deve scontare in cella un anno e 11 mesi) oltre ad una decina di “alias” da lui utilizzati. Si è appurato, inoltre, che il 35enne era riuscito ad eludere i controlli durante questi anni grazie ad un permesso di soggiorno di un connazionale, residente a Reggio Emilia, che ne aveva denunciato lo smarrimento nel maggio del 2013.