Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Casale sul Sile, era finito nella rete di una vasta operazione antidroga della polizia

SPACCIO DI COCAINA, CONDANNA A 8 MESI PER ANDREA GIULIATO

Il 34enne, fratello del sindaco, era stato arrestato a maggio


CASALE SUL SILE - E' stato condannato, in rito abbreviato, ad 8 mesi e al pagamento di una multa di 3mila euro, Andrea Giuliato, il 34enne fratello del sindaco di Casale sul Sile che era stato arrestato dalla squadra mobile di Treviso il 26 aprile del 2013 nell'ambito di una vasta operazione antidroga. All'epoca furono tredici le persone arrestate per un vasto giro di smercio di marijuana e cocaina tra Veneto, Emilia, Lombardia e Toscana. L'unico italiano coinvolto nell'inchiesta fu proprio Giuliato: secondo gli investigatori l'uomo era legato ad un altro pusher, Anton Jaku, 29 anni e residente a Marcon che è stato a sua volta arrestato. L'indagine della squadra mobile che ha portato in carcere anche tre pusher gravitanti nell'area trentina, era partita dalla cattura di due giovani fidanzati albanesi che erano stati pizzicati a Lancenigo, nel dicembre del 2012, mentre trasportavano un carico di 10 kg di marijuana e cocaina: Andrea Giuliato, secondo gli investigatori, si riforniva da loro. Il suo legale, l'avvocato Murgia, ha già annunciato ricorso in appello contro la sentenza.