Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Si è finalmente tornati a parlare di lavoro, per troppo tempo dimenticato"

"IL VERO PROBLEMA È IL SISTEMA PAESE INEFFICIENTE"

Il presidente di Unindustria Vardanega sul caso Electrolux


TREVISO - “Paghiamo lo scotto di un paese che non ha fatto per tempo le riforme necessarie per mantenere la sua competitività”. Alessandro Vardanega, presidente di Unindustria, commenta così la vicenda Electrolux. Per il numero uno degli industriali trevigiani il vero nodo non sono gli stipendi, ma tutti gli altri costi che l'impresa deve sopportare: dalla burocrazia inefficiente alle infrastrutture inadeguata, alla tassazione eccessiva. E' su questi aspetti

insiste il presidente di Unindustria che si deve intervenire, senza necessità toccare i salari. Vardanega sottolinea come sia possibile rinegoziare degli istituti contrattuali (ad esempio certi premi di produzione), creati in anni di crescita e non più adeguati al periodo attuale. “Ma – precisa il leader degli industriali della Marca – la soluzione deve essere trovata nel confronto tra le parti”.