Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venezia presenta il nuovo centro Crosariol ma non avrà ancora Johnson

LA REYER STASERA CONTRO VARESE PER DIMENTICARE MONTEGRANARO

Markovski: "Attenzione al loro attacco", diretta su Veneto Uno


VENEZIA - La Umana Reyer Venezia, anche per gli ingaggi in settimana di Crosariol ed Aaron Johnson (che però al momento non ci sarà), contro Varese alle 16.30 al Taliercio ha l'occasione per riscattare l'inopinata sconfitta di misura a Montegranaro. Ecco le parole di coach Zare Markovski: "Varese è una squadra con alto rendimento offensivo e giocatori con punti nelle mani, per fermarli dovremo essere bravi in difesa potendo così dire la nostra in attacco con un tipo di gioco più veloce, cercando di migliorare la gestione delle palle perse. Loro sono una squadra che rispetto all'anno scorso è stata confermata per l'80 % dei suoi elementi, sono rodati, noi dovremo cominciare a mettere intensità in difesa e sfruttare il contropiede, dovremo avere quella lucidità in attacco per sfruttare le nostre qualità di gioco con gioco di squadra, di playmaking. Se si ha avranno individualità talmente forti per poter avere meno pensieri e godersi la partita sarà un bene, ma penso che dal gioco di squadra si possa passare facilmente a quello individuale, viceversa no. Spero di recuperare Luca Vitali: negli ultimi dodici giorni ha tenuto solo 2 allenamenti e ha giocato la partita di Montegranaro. Speriamo che ci sia, io sono fiducioso di averlo perché è un giocatore di qualità e quanta di quella può esprimere sarà un altro discorso per non tornare a domenica scorsa. Se non recupera, come comportarsi? Ovviamente Jacopo Giachetti, anche se non perfettamente recuperato, avrà un maggiore utilizzo. Poi come sostituti nel ruolo ci sono Rosselli e certe volte anche Linhart che ha svolto quel ruolo nelle assenze di Rosselli e Giachetti con Vitali in panchina; la continua emergenza che avevamo ci ha fatto crescere e ci ha spinti a non tirarsi mai indietro alle prime difficoltà.”

 

Cronaca diretta su Radio Veneto Uno