Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di lesioni personali Endriu Sciascia: verrÓ giudicato con rito abbreviato

PRESO A CINGHIATE NEL PIAZZALE DELL'AMAMI: 25ENNE A PROCESSO

Una testimone lo scagionerebbe: a gennaio verrÓ sentita in aula


TREVISO – (gp) Ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato, condizionato dall'audizione in aula di una ragazza che sarebbe la testimone oculare del fatto, il 25enne Endriu Sciascia, finito alla sbarra per rispondere dell'accusa di lesioni personali. I fatti contestati risalgono al 6 febbraio 2010. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, il giovane avrebbe colpito al volto con una cinghia un altro ragazzo dopo un diverbio scoppiato all'esterno dell'Amami, il noto locale in zona Fonderia. A riconoscere il presunto aggressore sarebbe stata la vittima, che in seguito all'episodio ha riportato ferite giudicate guaribili in otto giorni di prognosi. Ma proprio la testimone oculare, secondo la difesa, scagionerebbe l'imputato in quanto, come sempre sostenuto, con quel tafferuglio non c'entrerebbe proprio nulla. Si torna in aula a gennaio del prossimo anno.