Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di lesioni personali Endriu Sciascia: verrą giudicato con rito abbreviato

PRESO A CINGHIATE NEL PIAZZALE DELL'AMAMI: 25ENNE A PROCESSO

Una testimone lo scagionerebbe: a gennaio verrą sentita in aula


TREVISO – (gp) Ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato, condizionato dall'audizione in aula di una ragazza che sarebbe la testimone oculare del fatto, il 25enne Endriu Sciascia, finito alla sbarra per rispondere dell'accusa di lesioni personali. I fatti contestati risalgono al 6 febbraio 2010. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, il giovane avrebbe colpito al volto con una cinghia un altro ragazzo dopo un diverbio scoppiato all'esterno dell'Amami, il noto locale in zona Fonderia. A riconoscere il presunto aggressore sarebbe stata la vittima, che in seguito all'episodio ha riportato ferite giudicate guaribili in otto giorni di prognosi. Ma proprio la testimone oculare, secondo la difesa, scagionerebbe l'imputato in quanto, come sempre sostenuto, con quel tafferuglio non c'entrerebbe proprio nulla. Si torna in aula a gennaio del prossimo anno.