Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Processato per direttissima un 40enne del posto, accusato di tentato furto

TENTA DI FORZARE UNA SLOT IN UN BAR DI CASTELLO DI GODEGO

La difesa contesta le accuse: "Era solo uno dei clienti presenti"


CASTELLO DI GODEGO – (gp) Per l'accusa sarebbe stato lui a tentare di forzare una slot machine all'interno di una bar di Castello di Godego, gestito da un cittadino cinese. Per la difesa, rappresentata dall'avvocato Federico Vianelli, sarebbe invece soltanto uno degli avventori ingiustamente arrestato e portato in un aula di tribunale. A decidere se B.L., un 40enne del posto, sia o meno colpevole, lo deciderà il giudice il prossimo 10 aprile, giorno in cui è stato rinviato il processo per direttissima a carico dell'uomo, accusato di tentato furto. I fatti risalgono al pomeriggio di domenica. Il gestore dell'esercizio, mentre si trovava dietro il bancone, ha sentito degli strani rumori provenire dalla sala in cui sono presenti le slot machine. Così avrebbe deciso di verificare cosa stesse succedendo e avrebbe trovato una delle macchine danneggiata, come se qualcuno dei presenti avesse tentato di forzarla per svuotarla delle monete e delle banconote presenti all'interno. Il titolare del locale, non sapendo chi potesse averla manomessa, avrebbe così chiuso a chiave il locale con tutti i clienti all'interno e chiamato i carabinieri per denunciare quanto accaduto. I militari, dopo aver ascoltato i testimoni, avrebbero individuato il 40enne come l'autore del gesto, stringendogli le manette ai polsi. Il giudice, convalidato l'arresto, ha disposto per l'uomo il solo obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria.