Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Processato per direttissima un 40enne del posto, accusato di tentato furto

TENTA DI FORZARE UNA SLOT IN UN BAR DI CASTELLO DI GODEGO

La difesa contesta le accuse: "Era solo uno dei clienti presenti"


CASTELLO DI GODEGO – (gp) Per l'accusa sarebbe stato lui a tentare di forzare una slot machine all'interno di una bar di Castello di Godego, gestito da un cittadino cinese. Per la difesa, rappresentata dall'avvocato Federico Vianelli, sarebbe invece soltanto uno degli avventori ingiustamente arrestato e portato in un aula di tribunale. A decidere se B.L., un 40enne del posto, sia o meno colpevole, lo deciderà il giudice il prossimo 10 aprile, giorno in cui è stato rinviato il processo per direttissima a carico dell'uomo, accusato di tentato furto. I fatti risalgono al pomeriggio di domenica. Il gestore dell'esercizio, mentre si trovava dietro il bancone, ha sentito degli strani rumori provenire dalla sala in cui sono presenti le slot machine. Così avrebbe deciso di verificare cosa stesse succedendo e avrebbe trovato una delle macchine danneggiata, come se qualcuno dei presenti avesse tentato di forzarla per svuotarla delle monete e delle banconote presenti all'interno. Il titolare del locale, non sapendo chi potesse averla manomessa, avrebbe così chiuso a chiave il locale con tutti i clienti all'interno e chiamato i carabinieri per denunciare quanto accaduto. I militari, dopo aver ascoltato i testimoni, avrebbero individuato il 40enne come l'autore del gesto, stringendogli le manette ai polsi. Il giudice, convalidato l'arresto, ha disposto per l'uomo il solo obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria.