Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A una settimana dall'avvio sono già più di 1200 i questionari raccolti online

"ANCHE TU SINDACO DI TREVISO": L'INIZIATIVA DI CA' SUGANA PIACE

Manildo: "E' il primo passo verso un'amministrazione partecipata"


TREVISO - A una settimana dall’avvio dell’iniziativa, sono oltre 1.200 i questionari raccolti online nell’ambito del progetto “Treviso verso gli Stati Generali”, che l’Amministrazione Comunale, con il supporto di Community Media Research, ha messo in atto per costruire lo sviluppo di Treviso assieme ai cittadini. Attraverso una “ricerca partecipata”, fino al 28 febbraio tutti i cittadini e i city user di Treviso possono diventare sindaco per un giorno, esprimendo la propria opinione sulle tematiche strategiche per la Città, indicando i progetti prioritari da attuare ed evidenziando le criticità da gestire. Gli esiti dell’indagine, coordinata dal Prof. Daniele Marini, Direttore Scientifico di Community Media Research, verranno presentati e discussi in primavera in occasione degli Stati Generali.
“Ringrazio i cittadini della collaborazione dimostrata – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – La risposta ai questionari è un primo passo verso la costruzione di un'amministrazione veramente partecipata. L'adesione di questa prima settimana conferma la voglia dei cittadini di dare il loro contributo alla costruzione della Treviso del futuro. Continuiamo così dunque a partecipare e a far sentire la nostra voce compilando il questionario”. Il questionario è stato consegnato a circa 6.800 studenti delle scuole medie superiori a partire dai 16 anni e altre 2.000 copie sono state distribuite nei luoghi di ritrovo, negli uffici comunali e nei punti nevralgici della città. A partire da sabato 8 febbraio, per tre fine settimana, un numeroso gruppo di volontari promuoverà l’iniziativa in centro storico e nei quartieri e nei giorni di mercato verrà sistemato un gazebo per coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini. Attraverso la home page del sito del Comune di Treviso (www.comune.treviso.it/ ), infine, è possibile compilare il questionario online. Una volta rielaborati i risultati, seguirà la fase di restituzione che, attraverso tavoli di confronto, presentazioni e la campagna di comunicazione, solleciterà il dialogo tra l’Amministrazione Comunale e i cittadini, le categorie professionali e sociali, le associazioni locali, in modo da creare coinvolgimento nella discussione e nell’individuazione delle strategie da mettere in atto. I lavori si concluderanno con la convocazione degli Stati Generali di Treviso, in occasione dei quali saranno presentati i percorsi e il traguardo verso cui la nuova Amministrazione Comunale vuole portare Treviso nel quinquennio del mandato con il supporto di una comunità partecipativa, sostenibile e rivolta al futuro.