Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra gli albanesi Eni Koliqi, Muharrem Tafa, Albert Sata e Amarildo Loku

DUE ANNI DI RECLUSIONE PER I QUATTRO DELLA BANDA DEI FURTI

Vennero bloccati a Preganziol con oro, 4 mila euro e 2 mila dollari


PREGANZIOL – (gp) Due anni di reclusione (con sospensione condizionale della pena) e 600 euro di multa ciascuno. Questa l'entità del patteggiamento concesso ai

quattro imputati albanesi finiti sotto accusa perchè ritenuti parte di una banda dedita ai furti in casa. Un mese fa il gup Umberto Donà, nonostante il parere favorevole del pm Iuri De Biasi, aveva rigettato la medesima richiesta di patteggiamento ritenuta troppo lieve rispetto alla gravità dei fatti contestati. Il collegio del tribunale di Treviso ha invece deciso di accogliere le richieste degli avvocati Stefania Bertoldi e Fabio Busnardo, con il benestare del pubblico ministero. Alla sbarra c'erano Eni Koliqi, 23 anni, Muharrem Tafa, 24 anni, Albert Sata, 29 anni, e Amarildo Loku, 24 anni. Con loro, il 21 luglio scorso a Preganziol, venne arrestata anche Lisa Crescentini, 27 anni, ma la sua posizione era stata archiviata già in fase d'indagine. I cinque erano stati intercettati a bordo di un'alfa 147 di colore grigio: all'interno gli agenti delle volanti della polizia avevano trovato oltre a diversi arnesi da scasso, anche 4 mila euro e 2 mila dollari in contanti, monili in oro, argenteria per un peso complessivo di 35 kg e vari preziosi di rilevante valore come anelli in oro e con brillanti. A tradirli era stata una loro incertezza: lungo il Terraglio, alla vista della volante, l'Alfa 147 aveva cercato di invertire la marcia e scappare. Una manovra repentina che aveva insospettito gli agenti e che diede vita a un breve inseguimento.