Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra gli albanesi Eni Koliqi, Muharrem Tafa, Albert Sata e Amarildo Loku

DUE ANNI DI RECLUSIONE PER I QUATTRO DELLA BANDA DEI FURTI

Vennero bloccati a Preganziol con oro, 4 mila euro e 2 mila dollari


PREGANZIOL – (gp) Due anni di reclusione (con sospensione condizionale della pena) e 600 euro di multa ciascuno. Questa l'entità del patteggiamento concesso ai

quattro imputati albanesi finiti sotto accusa perchè ritenuti parte di una banda dedita ai furti in casa. Un mese fa il gup Umberto Donà, nonostante il parere favorevole del pm Iuri De Biasi, aveva rigettato la medesima richiesta di patteggiamento ritenuta troppo lieve rispetto alla gravità dei fatti contestati. Il collegio del tribunale di Treviso ha invece deciso di accogliere le richieste degli avvocati Stefania Bertoldi e Fabio Busnardo, con il benestare del pubblico ministero. Alla sbarra c'erano Eni Koliqi, 23 anni, Muharrem Tafa, 24 anni, Albert Sata, 29 anni, e Amarildo Loku, 24 anni. Con loro, il 21 luglio scorso a Preganziol, venne arrestata anche Lisa Crescentini, 27 anni, ma la sua posizione era stata archiviata già in fase d'indagine. I cinque erano stati intercettati a bordo di un'alfa 147 di colore grigio: all'interno gli agenti delle volanti della polizia avevano trovato oltre a diversi arnesi da scasso, anche 4 mila euro e 2 mila dollari in contanti, monili in oro, argenteria per un peso complessivo di 35 kg e vari preziosi di rilevante valore come anelli in oro e con brillanti. A tradirli era stata una loro incertezza: lungo il Terraglio, alla vista della volante, l'Alfa 147 aveva cercato di invertire la marcia e scappare. Una manovra repentina che aveva insospettito gli agenti e che diede vita a un breve inseguimento.