Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'obiettivo delle difese Ŕ far derubricare il tentato omicidio in lesioni gravissime

COLPO ALLA TOFFOLATTI: DISPOSTA PERIZIA SULLE FERITE DI PIERPAOLO

Alla sbarra cinque persone: il basista ha patteggiato 3 anni e 6 mesi


PIEVE DI SOLIGO – (gp) Dopo che il gup Angelo Mascolo aveva rigettato la richiesta di rito abbreviato condizionato a una perizia sulle ferite riportate da Pierpaolo Toffolatti nella rapina subita in gioielleria a Pieve di Soligo l'8 novembre 2012, le richieste delle difese degli imputati sono state accolte dai giudici del tribunale di Treviso. Saranno infatti i risultati degli accertamenti dell'anatomopatologo Alberto Furlanetto (il consulente di parte sarà invece il medico legale Massimo Montisci) a stabilire se l'accusa più grave per i cinque imputati, ovvero quella di tentato omicidio, debba essere derubricata in quella più lieve di lesioni gravissime, che presuppone una notevole riduzione di pena in caso di condanna. Alla sbarra, accusati a vario titolo anche di rapina aggravata in concorso e riciclaggio, Francesco Sarracino, il 34enne presunto capo della banda, il nipote Giuseppe D'Aniello, 20 anni, Giuseppe Mele, 32 anni e colui che avrebbe sparato a Pierpaolo Toffolatti, Giovanni Verde, 34enne originario di Giugliano incaricato al noleggio dei camper con cui la banda si spostava da una regione all'altra per mettere a segno rapine, e Giuseppe d'Alterio, 42 anni, che avrebbe partecipato soltanto a uno dei colpi contestati. A chiamare in correità i cinque imputati era stato il basista, la cui identità è sempre stata tenuta volutamente nascosta dagli inquirenti in virtù della sua collaborazione con la giustizia, che in udienza preliminare ha patteggiato tre anni e sei mesi di reclusione.