Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Era accusato del mancato versamento dell'imposta per 160 mila euro

NON PAGA L'IVA PER EVITARE DI LICENZIARE: NOTAIO CONDANNATO

Cinque mesi di reclusione convertiti in una multa da 37.500 euro


VITTORIO VENETO – (gp) A processo per mancato versamento dell'Iva per 160 mila euro in due anni perchè, a causa della crisi e del crollo verticale dei rogiti (e dunque dei ricavi dello studio), aveva preferito non licenziare nessuno e pagare gli stipendi. Una condotta ritenuta comunque illecita e che è costata al notaio di Vittorio Veneto Roberto Blandaleone una condanna a cinque mesi di reclusione, pena detentiva convertita in pecuniaria per una multa di 37.500 euro. Il professionista, difeso dall'avvocato Roberto Campion, si era opposto da un decreto penale di condanna di 22.500 euro. Secondo quanto contestato dalla Procura di Treviso, il notaio tra il 2008 e il 2009 non avrebbe pagato l'Iva entro i termini stabiliti dalla legge. Due erano stati i fascicoli penali aperti dalla procura, che sono poi stati riuniti. Come sottolineato dal suo avvocato, Blandaleone ha già avviato un accordo con l'Agenzia delle entrate per rientrare del debito e sta saldando regolarmente a rate l'Iva non pagata. Gli uffici, che si trovavano in viale Della Vittoria, erano stati chiusi prima dell'estate 2013. Il notaio era vicino all'età della pensione, ma avrebbe potuto esercitare ancora per un anno. La crisi economica però aveva ha ridotto i rogiti e quindi il fatturato. Negli anni scorsi il commercialista gli aveva suggerito di licenziare una parte del personale, ma non era stato ascoltato: Blandaleone non voleva infatti privarsi di persone che da anni lavoravano con lui.