Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente Muraro: "Il governo dia attenzione e sostegno ai questi territori"

MARENO DI PIAVE SOTT'ACQUA IN CAMPO ANCHE L'ESERCITO

Risalita della falda: i militari intervengono con sei motopompe


MARENO DI PIAVE - Anche l'esercito in campo per cercare di frenare gli allagamenti in corso a Mareno di Piave. La causa di sottopassi e scantinati sotto acqua, però, non sono gli straripamenti dei fiumi, bensì l'innalzamento delle falde, dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi. Nelle zone residenziali del comune del Coneglianese, insieme ai vigili del fuco, sono intervenuti anche i militari con sei motopompe.

Sul posto anche il presidente della Provincia, Leonardo Muraro, che ha ribadito la necessità che "il governo presti attenzione e sostegno ai territori colpiti". Il leader dell'amministrazione provinciale ha ricordato come “solo nel mese di gennaio di quest’anno sono caduti nel Veneto mediamente 269 ml di acqua, il 398% in più rispetto alla media calcolata dal 1999 al 2013 (54 ml). Quindi, le piogge di questi giorni hanno caricato in modo abnorme la portata della falda, arrivando quindi a invadere d’acqua gli scantinati e i piani interrati di industrie, edifici artigianali e case". Tra i centri dove maggiormente si registra il fenomeno, oltre a Mareno, Villorba, Maserada sul Piave, Cimadolmo, Vazzola e San Vendemiano.