Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lavorava presso un hotel di Barcellona, copiava i codici dai clienti

RECEPTIONIST E CLONATORE DI CARTE DI CREDITO: ARRESTATO

Un 32enne originario di Mogliano incastrato dalle indagini dei carabinieri


VENEZIA - Dietro una facciata da apprezzato receptionist per conto di un albergo di Barcellona, con sede lungo la Rambla, si nascondeva un vero e proprio re delle truffe capace di copiare e clonare carte di credito e documenti che i clienti dell'albergo gli affidavano per i pagamenti. Autore di decine di questi raggiri è un 32enne di origini moglianesi ma da tempo residente a Milano. Le manette per lui sono scattate nel novembre scorso: i carabinieri lo sorpresero, nel parco commerciale di Mestre, a fare decine di costosi acquisti (una lavatrice, un divano, un tablet) con le tessere clonate. La merce, valore di 12mila euro, venne trovata all'interno di un furgone di proprietà di un romeno di 53 anni. All'epoca il 32enne venne pizzicato anche con documenti, patente e decine di carte di credito false. Proprio partendo da questa pista i militari di Mestre sono arrivati all'hotel spagnolo in cui lavorava l'uomo: nel suo armadietto rinvenuti tre skimmer utili a clonare tessere magnetiche, 113 documenti falsi, un plastificatore ed una stampante oltre ad una 80ina di tessere. Il moglianese, hanno accertato i carabinieri di Mogliano, poteva avvalersi inoltre di 27 false identità di cui poteva servirsi di volta in volta per acquisti di ogni tipo, come ad esempio i biglietti aerei.