Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lavorava presso un hotel di Barcellona, copiava i codici dai clienti

RECEPTIONIST E CLONATORE DI CARTE DI CREDITO: ARRESTATO

Un 32enne originario di Mogliano incastrato dalle indagini dei carabinieri


VENEZIA - Dietro una facciata da apprezzato receptionist per conto di un albergo di Barcellona, con sede lungo la Rambla, si nascondeva un vero e proprio re delle truffe capace di copiare e clonare carte di credito e documenti che i clienti dell'albergo gli affidavano per i pagamenti. Autore di decine di questi raggiri è un 32enne di origini moglianesi ma da tempo residente a Milano. Le manette per lui sono scattate nel novembre scorso: i carabinieri lo sorpresero, nel parco commerciale di Mestre, a fare decine di costosi acquisti (una lavatrice, un divano, un tablet) con le tessere clonate. La merce, valore di 12mila euro, venne trovata all'interno di un furgone di proprietà di un romeno di 53 anni. All'epoca il 32enne venne pizzicato anche con documenti, patente e decine di carte di credito false. Proprio partendo da questa pista i militari di Mestre sono arrivati all'hotel spagnolo in cui lavorava l'uomo: nel suo armadietto rinvenuti tre skimmer utili a clonare tessere magnetiche, 113 documenti falsi, un plastificatore ed una stampante oltre ad una 80ina di tessere. Il moglianese, hanno accertato i carabinieri di Mogliano, poteva avvalersi inoltre di 27 false identità di cui poteva servirsi di volta in volta per acquisti di ogni tipo, come ad esempio i biglietti aerei.