Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 21 giugno, assieme a Giancarlo, venne arrestato per resitenza a pubblico ufficiale

SCONTRI TRA POLIZIA E I FRATELLI BORSOI: MARIO PATTEGGIA 6 MESI

La protesta contro il caro carburante in municipio a San Vendemiano


SAN VENDEMIANO – (gp) In attesa che si celebri il processo al fratello Giancarlo, il 52enne ex benzinaio di San Vendemiano che dichiarandosi di nazionalità veneta non riconosce il tribunale e lo Stato Italiano, Mario Borsoi, difeso dall'avvocato Mario Nordio, ha chiuso i conti con la giustizia patteggiando sei mesi di reclusione, pena sospesa, per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. I fatti risalgono al 21 giugno scorso quando, nel municipio di San Vendemiano, quella che doveva essere una protesta pacifica si sarebbe trasformata in rissa. Giancarlo Borsoi, dopo essersi incatenato alla ormai ex pompa di benzina Erg di viale 4 novembre, aveva spostato la propria protesta contro il caro-carburante nella sala d'attesa del Comune. Anche in quell'occasione Giancarlo Borsoi si era incatenato dichiarandosi "prigioniero politico" e chiedendo "la cittadinanza veneta". Sul posto erano presenti, per controllare la situazione, gli agenti della polizia locale e la polizia. Il clima si era poi fatto incandescente quando presso il municipio arrivò anche il fratello di Giancarlo, Mario Borsoi. Ignoti i motivi che portarono allo scontro, ma fatto sta che al termine dei tafferugli quattro agenti rimasero feriti e i fratelli Borsoi vennero arrestati. Se per Giancarlo si dovrà aspettare maggio per conoscere la sentenza, Mario ha scelto la via del patteggiamento del pena.