Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si comincia dal punto dove è stata investita la 18enne studentessa

STRISCE PEDONALI A LED SULLA STRADA DOVE È MORTA FRANCESCA

La Provincia sperimenta sistemi per segnalare gli attraversamenti


TREVISO - Sistemi all'avanguardia per segnalare gli attraversamenti pedonali pericolosi. Li sta studiando la la Provincia. E tra i primi punti su cui sperimentare i nuovi apparecchi ci sarebbe via Principale a Casier, dove lo scorso 30 gennaio è stata travolta ed uccisa la studentessa diciottenne Francesca Rago. L'amministrazione provinciale, spiega il presidente Leonardo Muraro, sta mettendo a punto degli interventi per rendere il più visibili possibili alcuni passaggi pedonali: illuminazione rafforzata, semafori a chiamata, ma anche strisce pedonali che, grazie ad un sistema di led, quando il pedone richiede l'attraversamento, pulsino di luce, mettendo in allerta gli automobilisti. L'operazione rientra in un più ampio progetto a favore della sicurezza stradale che l'ente del Sant'Artemio sta portando avanti da anni, dal campo pratica di Vittorio Veneto ai corsi di educazione stradale nelle scuole. Il programma ha appena ricevuto un finanziamento dalla Regione per 400mila euro, altri fondi gli stanzierà la Provincia stessa. Gli apparecchi dovrebbero essere testati in alcune zone, per poi essere estesi a tutte le aree quando le risorse lo consentiranno.