Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 23enne veronese accusato di lesioni per un colpo inferto a un 16enne di Salzano

ACCOLTELLAMENTO ALLO ZION ROCK CLUB: CANEVA ANCORA A PROCESSO

Per le ferite a eleonora Friso, era stato condannato a 32 mesi


CONEGLIANO – (gp) Torna in aula la vicenda dell'accoltellamento allo Zion Rock Club di Conegliano. Sul banco degli imputati c'è ancora una volta Giorgio Caneva, il 23enne veronese che è già stato condannato in via definitiva a due anni e otto mesi di reclusione (in primo grado era stato condannato a cinque anni) per lesioni gravissime nei confronti di Eleonora Friso, la ragazza padovana di 19 anni (all'epoca dei fatti) che venne accoltellata all'addome all'interno del locale. Quella sera del 21 novembre 2009 però la lama di Caneva, almeno questo sostiene l'accusa, avrebbe colpito anche un altro ragazzo, Marco Bettio, residente a Salzano e ora 20enne. Una ferita alla schiena, fortunatamente molto meno grave di quella della Friso. Episodio per il quale Giorgio Caneva tornerà in aula a fine marzo difeso dagli avvocati Ernesto De Toni e Massimo Galli Righi e presenterà una richiesta di patteggiamento in continuazione con l'altra sentenza, in modo da contenere il più possibile la pena.