Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, denunciato dalla polizia postale un uomo di Arezzo, abitazione perquisita

ADESCA RAGAZZINA CON WHATSAPP E LA INVITA A FARE SESSO IN HOTEL

Il maniaco inviava foto delle sue parti intime ad una minore trevigiana


TREVISO - Una ragazzina trevigiana, studentessa minorenne, ha subito un tentativo di adescamento, tramite l'applicazione di messaggistica istantanea Whatsapp, da parte di un uomo di Arezzo. Il maniaco, identificato e denunciato dalla polizia postale, aveva inviato alla giovane alcune foto che ritraevano le sue parti intime ed inoltre avrebbe tentato di convincerla ad avere dei rapporti sessuali con lui, in un albergo di Treviso. A denunciare le avances a luci rosse sono stati i genitori della ragazzina. Gli agenti della polizia postale, su delega dell'autorità giudiziaria di Venezia, hanno perquisito l'abitazione dell'uomo sequestrando numeroso materiale che ora è al vaglio degli investigatori.

Galleria fotograficaGalleria fotografica