Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Si erano incontrati per un caffè, poi la lite, il raptus e la confessione al telefono

OMICIDIO A CONEGLIANO: GETTA LA MADRE DALL'OTTAVO PIANO

Paolina Saporosi, 65enne, uccisa dal figlio, Moreno Coletti, 35 anni


CONEGLIANO - (nc) Dovevano incontrarsi per bere un caffè insieme ma la discussione, i toni sono improvvisamente degenerati. Uno scontro fisico, una collutazione e quindi il raptus: una spinta nel vuoto, dal terrazzino, ed un tremendo volo di quasi 27 metri che non ha lasciato scampo alla vittima, una donna di 65 anni che ha disperatamente tentato di aggrapparsi alla ringhiera per salvarsi. Omicidio d'impeto: questo quanto sintetizzano gli investigatori della polizia per spiegare quanto avvenuto nel pomeriggio a Conegliano, in un appartamento all'ottavo piano di un condominio di via Friuli. L'omicida è un 35enne, Moreno Coletti, dipendente della “Mareno cucine” con qualche piccolo precedente per droga e seguito dal centro salute mentale di Conegliano. La vittima è la madre dell'uomo, Paolina Saporosi, pensionata di 65 anni ed una vita costellata di tragedie. Morto all'età di 23 anni per un drammatico incidente stradale il primo marito, Fiorenzo Muser, ed il figlio avuto con lui, Stefano Muser, stroncato da un infarto a 39 anni mentre si trovava negli Stati Uniti. La donna nel settembre dello scorso anno aveva perso anche il secondo marito, il radiologo Bruno Coletti, morto per un tumore. Le restavano solo i figli avuti con il medico, Maria Grazia che aveva tentato il suicidio alcuni anni fa e Moreno. Secondo quanto hanno ricostruito gli agenti della squadra mobile e del Commissariato Moreno avrebbe dovuto incontrare la madre verso le 14.30. La tragedia è avvenuta verso le 14.50: la 65enne, di spalle al parapetto, viene spinta nel vuoto e precipita al suolo, morendo sul colpo. Sul selciato verranno trovati i suoi occhiali oltre a quelli dell'omicida. Solo alle 15.20, quando i medici del Suem118 hanno già accertato la morte della donna, Moreno Coletti compone il 113 e racconta di aver ucciso la madre. "Ho ucciso mia madre, sono stato io". L'uomo, dopo qualche esitazione, apre la porta dell'appartamento e si consegna: non riesce a spiegare le motivazioni del suo gesto e si chiude in un silenzio totale. Sul terrazzino sono ancora presenti i segni della collutazione tra i due: vetri rotti, un bidone rovesciato, una scarpa. Il 35enne, interrogato dal pm Giovanni Valmassoi, si trova attualmente nel carcere di Santa Bona.

Galleria fotograficaGalleria fotografica